Contattaci subito
torna indietro

Nuova linea "Scienziato Barbie": l'icona delle ragazzine diventa "intelligente"

(SALT LAKE CITY) - Quando Nalini Nadkarni era una bambina, correva a casa da scuola, si arrampicava su uno degli otto alberi di acero nel cortile dei suoi genitori e passava l'intero pomeriggio lì con una mela e un libro. Esperienza che le ha permesso di scegliere cosa fare nella sua vita: ora è un'ecologa delle foreste all'Università dello Utah, dedicando la sua carriera allo studio delle tettoie delle foreste pluviali.

Inoltre è sempre alla ricerca di nuovi modi per attirare le persone interessate alla scienza, dalla moda fatta con immagini della natura alle lezioni di scienze nella prigione di stato."Ho cercato per anni e anni di portare la scienza alla portata di tutti, per renderla comprensibile alle persone al di fuori del mondo accademico", ha detto.

I suoi ricordi d'infanzia l'hanno resa particolarmente interessata a raggiungere i bambini. Dopo che sua figlia di 6 anni ha chiesto una Barbie, Nadkarni ha deciso di ridisegnare le iconiche bambole come scienziata-esploratrice con stivali di gomma anziché con i tacchi alti."Molte ragazze e alcuni ragazzini adorano Barbie", ha detto Nadkarni. "È quasi aspirazionale, vogliono tutti essere Barbie."

È successo circa 15 anni fa. Il produttore di Barbie Mattel non era interessato all'idea, quindi ha deciso di rifare da sola le bambole, usando gli attrezzi che aveva raccolto. Ha perlustrato i negozi dell'usato e eBay per collezionare le bambole e ha chiesto l'aiuto di sarte volontarie. Ha chiamato la creazione "Treetop Barbie" e ha iniziato a venderle a costi accessibili sul suo sito web.

L'anno scorso, Mattel ha iniziato a lavorare con National Geographic per creare una nuova linea di "Scienziate Barbies". Nadkarni ha una relazione di lunga data con National Geographic, quindi quando il non profit ha cercato aiuto, ha rapidamente accettato. Nadkarni così, si unì a un team di scienziate mentre creava la linea di bambole che include un biologo marino, un astrofisico, un fotoreporter, un ambientalista e un entomologo.

Le vendite sono iniziate in estate. Per ringraziare, Mattel ha inviato a Nadkarni una bambola unica nel suo genere con attrezzatura per arrampicarsi sugli alberi e capelli completamente scuri intrecciati con ciocche di bianco, rendendola molto simile a lei.

Per Nadkarni, l'investimento dell'azienda nelle bambole riflette un più ampio spostamento culturale verso il riconoscimento delle donne nella scienza, nella matematica e nella tecnologia che potrebbe suscitare un apprezzamento per la scienza anche tra i bambini che non finiscono per entrare nel campo. Mattel ha dichiarato che lo scopo delle bambole Barbie negli ultimi 60 anni è stato quello di "ispirare il potenziale illimitato in ogni ragazza", sottolineando che Barbie è stata descritta in altre carriere scientifiche e basate sulla matematica molto prima della nuova linea, tra cui come astronauta nel 1965.

"Barbie consente alle ragazze di provare nuovi ruoli attraverso la narrazione mostrando loro che possono essere qualsiasi cosa e, attraverso la nostra collaborazione con National Geographic, le ragazze possono ora immaginarsi come astrofisica, biologa polare marina e altro", ha affermato Lisa McKnight, responsabile generale di Barbie Dolls per Mattel.

Non è noto, tuttavia, come la carriera delle Barbie possa influenzare le aspirazioni dei bambini. Uno studio del 2014 della Oregon State University ha scoperto che le ragazze che giocavano con le bambole dicevano ai ricercatori che potevano fare meno lavori rispetto ai ragazzi, anche se giocavano con un medico Barbie. Lo studio non ha esaminato il ragionamento delle ragazze, ma i ricercatori hanno ipotizzato che Barbie potrebbe essere una bambola intrinsecamente sessualizzata, ha affermato la professoressa associata Aurora Sherman, che ha lavorato sul documento. Mettere la stessa bambola in un abito professionale probabilmente non cambierà di molto le percezioni su ciò che le donne possono fare. Ma potrebbe essere utile usarlo come punto di partenza per conversazioni su donne nella scienza e nella matematica."Dipenderà davvero da come viene vissuta quella bambola e da cosa stanno facendo gli adulti per portare a casa quel messaggio", ha detto.

"Lo status di icona di Barbie dà alla bambola un'ondata culturale, riuscendo a normalizzare l'idea delle donne nella scienza e nell'ingegneria", ha affermato Kris Macomber, professore di sociologia al Meredith College di Raleigh, nella Carolina del Nord."Le vendite di Barbie sono aumentate man mano che diventano disponibili in diverse forme e carriere, ma c'è solo un modo che può far cambiare idea sulla scelta della professione quando le ragazze cresceranno: la consapevolezza di poter fare ciò che desiderano", ha detto. "Barbie non detiene tutto il potere di cambiare cultura", ha detto Macomber. "Ma contribuisce."